Logo

24 ore su 24

Contattaci al numero : 0371 421492

Slider
Siamo a Lodi - Largo Donatori del Sangue, 3 (di fronte all'Ospedale Nuovo)

Cosa fare nel momento del lutto

Preparare un funerale

Affrontare la triste circostanza della morte di un proprio caro è sempre difficoltoso. Mettiamo a vostra disposizione alcuni consigli per gestire al meglio questo difficile momento.


Cosa fare se il decesso avviene in casa: 

  • chiamare il medico curante, che compila un certificato con la denuncia della causa di morte.
  • entro le 24 ore bisogna comunicare il decesso nel Comune del luogo in cui è avvenuta la morte, allegando la documentazione del medico. Può farlo un parente, un convivente del defunto o una persona delegata
  • visita del medico necroscopo, che accerta la morte
  • prima di poter effettuare il funerale devono trascorrere almeno 24 ore dal decesso

L’accertamento della morte viene effettuato entro 24 ore dal decesso. In caso di morte nei giorni festivi entro le ore 8.00 del primo giorno feriale successivo e comunque non oltre 48 ore dal decesso.
In tutti i casi in cui non sia possibile individuare la causa di morte, sia il medico curante che il medico necroscopo devono richiedere l’AUTOPSIA per il riscontro diagnostico.


Se il decesso avviene in ospedale o in struttura sanitaria privata 
In questi casi la Direzione Sanitaria che provvede al rilascio della la documentazione necessaria, compreso l’accertamento di decesso.
In caso di morte violenta, sospetta o in una via o luogo pubblico, è necessario avvisare l’autorità giudiziaria (chiamando il 112 o il 113).


In caso di aborto 
In Lombardia è possibile richiedere la sepoltura del feto: la Direzione Ospedaliera è tenuta ad informare i genitori di tale facoltà.


QUANDO E COME SCEGLIERE IL FUNERALE E LA DESTINAZIONE DEL DEFUNTO 
Dopo aver presentato la denuncia di morte, è possibile fissare la data, l’ora del funerale e del trasporto in cimitero cittadino o fuori del Comune di decesso, scegliere la forma di sepoltura della persona deceduta.


In caso di indigenza 
In questo caso i familiari possono richiedere al Comune il funerale gratuito .


Alcuni Comuni in Lombardia hanno stipulato convezioni con le Imprese funebri per consentire un funerale a prezzo prezzo prestabilito e contenuto . È bene, pertanto, informarsi in Comune sull’esistenza o meno di una tale convenzione.
Il Comune di Lodi offre ai suoi cittadini questa possibilità..


Il funerale a prezzo libero e la scelta dell’Impresa funebre 
La scelta dell’Impresa funebre è prerogativa esclusiva dei familiari che possono rivolgersi a impresa di propria fiducia.
In tale ambito vige il principio della libera concorrenza ed il prezzo varia, a seconda dei servizi offerti. È necessario sapere che la Legge proibisce alle Imprese di svolgere la propria attività all’interno di Obitori ed Ospedali, pubblici e privati. Pertanto, è importante diffidare di coloro che, nei predetti luoghi (o telefonando a casa), offrono servizi funebri o indirizzano nelle scelte.
Il conferimento dell’incarico all’Impresa deve avvenire all’interno dei locali dell’Impresa stessa. L’impresa può essere incaricata con una delega specifica ad effettuare le attività amministrative di prenotazione del funerale presso il Comune.


Per lo svolgimento del funerale dovrà necessariamente garantire:

  • la vendita della cassa, accessoriata di imbottitura e coltrino biodegradabile;
  • la deposizione nella cassa del defunto (laddove non sia già stato eseguito dal personale delle strutture sanitarie) e la sua chiusura;
  • la fornitura della piastra identificativa del defunto e, su richiesta dei famigliari, della croce o di altro simbolo religioso;
  • il trasporto del feretro dal luogo del decesso al luogo di Onoranze indi al luogo di sepoltura;
  • l’auto funebre, autorizzata al trasporto, e n. 4 necrofori di cui uno addetto alla conduzione del mezzo.

Possono essere espressamente richiesti addobbi, come tavolino e coccarda. Le casse  possono essere in abete, larice o legni più pregiati, quali mogano, noce, e, generalmente, incidono notevolmente sul costo complessivo del funerale.


Le spese di trasporto  incidono sulle lunghe distanze ed in relazione al tipo di mezzo usato. I costi del trasporto aumentano anche se si decide di fornire un autobus di accompagnamento per famigliari, parenti e amici. Il Comune chiede il pagamento di una imposta di bollo per il rilascio dell’autorizzazione al trasporto; i costi inerenti tale imposta di bollo sono differenti a seconda che il trasporto avvenga in un Comune italiano o all’estero.


Per la cremazione  è previsto il pagamento di una tariffa fissa comunale comprensiva dell’urna che conterrà le ceneri.


Infine, un’altra spesa che potrà essere presa in considerazione è quella relativa alle eventuali comunicazioni di lutto: il necrologio  o il manifesto murale. Il Comune non provvede a tale comunicazione ed è, pertanto, opportuno raccogliere adeguate informazioni in modo da poter effettuare una scelta consapevole ed adeguata. Nel definire tutte le incombenze derivanti dal servizio funebre può essere utile, nell’ambito della complessiva gestione dei costi, prevedere un tetto massimo di spesa da tenere sempre presente nel vagliare le diverse possibili alternative.
In ogni caso è fondamentale richiedere all’impresa di onoranze funebri un preventivo scritto completo dei servizi offerti  e, successivamente allo svolgimento del servizio, regolare fattura esplicativa delle prestazioni rese e dei costi sostenuti.


Le imprese di onoranze funebri SONO OBBLIGATE PER LEGGE AD ESPORRE NEI PROPRI LOCALI IL PREZZIARIO DI TUTTE LE FORNITURE E PRESTAZIONI CHE OFFRONO.


È vietato lo svolgimento dell’attività funebre negli obitori o all’interno di strutture sanitarie di ricovero e cura e di strutture socio-sanitarie o socio-assistenziali.


I cittadini sono invitati a segnalare agli Uffici comunali del Settore Servizi Funebri eventuali comportamenti delle imprese di onoranze funebri difformi da quanto sopra evidenziato.

 

Share by: